Privacy Policy

Don Chisciotte e i mulini a vento - Notiziario satirico-informativo del 5 luglio 2015 - - Radio Saiuz

Loading ...
Radio Saiuz TV
Loading ...
Ricerca
Radio Saiuz Classic
    Radio Saiuz
Sono le
di
Vai ai contenuti

Menu principale:

Don Chisciotte e i mulini a vento - Notiziario satirico-informativo del 5 luglio 2015

Pubblicato da Alfredo Stori in Don Chisciotte · 5/7/2015 12:25:00
Cari amici avete mai detto parolacce? Quelle che si imparano da bambini sui banchi di scuola e poi man mano che si cresce si migliorano, si perfezionano, diventando sempre più aggressive.
Oggi parliamolo di turpiloquio. Premetto che la cosa non è bella, da bambini prendevamo dei grandi fondi dai nostri genitori, da grandi certamente facciamo una gran brutta figura.
Ma ora, come tutti gli aspetti della nostra vita, anche il turpiloquio è stato studiato scientificamente. Si è scoperto che dire parolacce può rappresentare uno strumento di persuasione, un mezzo per resistere al dolore e perfino l’indicatore di un’incipiente demenza senile.
Personalmente, essendo il sangue spagnolo posto caldo, quando la castellana o i miei servi non comprendono prontamente i miei desideri, mi esibisco spesso e volentieri in esclamazioni poco educate.
Richard Stephens, docente della facoltà di psicologia della Keeles University, è uno dei massimi esperti di questo argomento e dichiara che il turpiloquio non è sempre offensivo ma può saltar fuori quando siamo in particolari situazioni anomale.
Spesso le donne che partoriscono, piloti d’aereo in caso di disastro, ed altre persone che si trovano in estremo pericolo, utilizzano il turpiloquio come sfogo ultimo.
Le parolacce hanno accompagnato l’uomo fino dai tempi antichi: se ne trovano traccia testi inglesi dell’anno 1000 ed anche in lingua latina e greca.
Fuck e vaffa… sono entrati nell’uso corrente anche in ambienti intellettuali. D’altronde siamo subissati di parolacce dette da politici, attori, intrattenitori e in generale da tutto il mondo che ci circonda.
Certamente non è una scusante ma se, irritati od impauriti, ci scappa un vaffa… alla Beppe Grillo non è poi un gran peccato.
Un caro saluto domenicale, afoso e pericolosamente irritante, dal vostro Don Chisciotte.


Bookmark and Share

Nessun commento

 
Privacy Policy
Cell. 393 7880 195
Questa WebRadio trasmette solo musica sotto Licenza Creative Commons.
Torna ai contenuti | Torna al menu