Privacy Policy

Le News di oggi 26/11/2017 - - Radio Saiuz

Loading ...
Radio Saiuz TV
Loading ...
Ricerca
Radio Saiuz Classic
    Radio Saiuz
Sono le
di
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le News di oggi 26/11/2017

Pubblicato da saiuz in News · 26/11/2017 10:51:00
- Ostia, sparatoria nella notte nel quartiere roccaforte del Clan Spada. L’ombra di una faida.
Scarica di colpi d'arma da fuoco questa notte in via Forni, nella stessa strada del quartiere Nuova Ostia dove c'è la palestra gestita di Roberto Spada. Seconda sparatoria nel giro di 48 ore dopo l'agguato del 24 novembre .

- Sesto San Giovanni, dalle case popolari al no alla moschea: così l’ex roccaforte rossa diventa laboratorio della destra.
L’ex primo cittadino Oldrini: “La città affonda le proprie radici nella Resistenza, a cui questa amministrazione sembra voler togliere ogni riferimento”. Il neo sindaco Di Stefano (Forza Italia): “Sono stato eletto con quasi il 60 per cento dei voti perché i cittadini chiedevano discontinuità, stiamo solo rispettando il mandato elettorale”.

- Giornata contro la violenza sulle donne, oltre 150mila in corteo a Roma. Mattarella: “Denunciare non basta”.
"Siamo una marea", hanno detto le organizzatrici dell'evento. L'Aula di Montecitorio ha accolto 1.400 donne per l'evento #InQuantoDonna, organizzato dalla presidente Laura Boldrini. "La violenza sulle donne sfregia la nostra comunità", ha dichiarato la presidente della Camera. Approvato all'unanimità l'emendamento per istituire un fondo per gli orfani di femminicidio.

- Hotel Rigopiano, il dirigente provinciale disse: “Il direttore non deve rompere i c…”. E spuntano pressioni politiche.
Così diceva al telefono il dirigente provinciale Paolo D'Incecco, tra gli indagati dalla procura di Pescara per i 29 morti nell'albergo. Le carte dell'inchiesta mostrano anche l'approssimazione con la quale furono affrontate quelle ore. E tra le intercettazioni spuntano le "pressioni" che avrebbero esercitato il presidente di Provincia e Regione per riaprire alcune strade.

- Migranti, naufragi davanti a coste libiche: più di 30 morti, decine di dispersi. Marina libica: “Alcuni mangiati dagli squali”.
Due naufragi nei dintorni di Garabulli. Al momento si contano 31 morti e 200 sopravvissuti. Ma il numero delle vittime è destinato a salire: "Ci sono decine di dispersi", afferma la guardia costiera libica.



Nessun commento

 
Privacy Policy
Cell. 393 7880 195
Questa WebRadio trasmette solo musica sotto Licenza Creative Commons.
Torna ai contenuti | Torna al menu