Privacy Policy

Le News di oggi 126/12/2017 - - Radio Saiuz

Loading ...
Radio Saiuz TV
Loading ...
Ricerca
Radio Saiuz Classic
    Radio Saiuz
Sono le
di
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le News di oggi 126/12/2017

Pubblicato da saiuz in News · 16/12/2017 12:20:00
- Stadi in mano ai clan e i calciatori amici dei boss: nella relazione dell’Antimafia i tentacoli delle piovre sul calcio italiano.
Dopo diversi mesi di audizioni, la commissione Antimafia ha approvato all'unanimità la relazione su mafia e pallone. "Il crimine organizzato intuisce nel calcio e nelle attività collegate - scrive Palazzo San Macuto - ghiotte opportunità per ampliare i traffici illeciti e i canali di reinvestimento dei capitali sporchi". Dalle piccole società dilettantistiche fino alle vicende che hanno coinvolto Fabrizio Miccoli, l'altra faccia dello sport più popolare tra gli italiani.

- Mafia, le parole del pentito “Riina voleva l’alleanza con la ’ndrangheta”.
La spinta per fare la pace a Reggio Calabria l’ha data Totò Riina. È venuto qui, si è rivolto ai De Stefano e ai Piromalli per fermare la guerra. Ma l’obiettivo di Totò Riina era quello di portare la ’ndrangheta a fianco di Cosa Nostra nelle stragi”.

- Tesoro, un malloppo da 32 miliardi sottratto alle imprese: “Ora la class action”. L’inchiesta su FqMillennium.
Sul mensile del Fatto un dossier sui contributi gonfiati richiesti alle aziende dall'Inail - l'ente nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro - e finiti sui conti del governo destinati a coprire le spese correnti. Ora un'associazione li richiede indietro: "Tassa occulta che aumenta il costo del lavoro e frena la crescita".

- Uranio impoverito, militari in sciopero della fame alla Camera: ‘”Competenza su nostre malattie non passi all’Inail”.
Da cinque giorni davanti a Montecitorio chiedono di non approvare un emendamento che trasferirebbe sotto la gestione dell'Ente Nazionale degli Infortuni del Lavoro anche le problematiche di salute che riguardano il Comparto Difesa: "Non è questa la soluzione per dare il riconoscimento che tanti militari malati si attendono. Serve una legge giusta, equa e chiara".

- Milano, minacce al parroco e violenze: l’oratorio chiude le porte a chi non è tesserato. “Lasciati soli nel degrado”.
D’ora in avanti saranno ammessi solo i bambini sotto i 13 anni muniti di tessera, con orari di entrata e uscita limitati. “Fare i poliziotti non è il nostro compito - spiega il parroco del quartiere Corvetto, periferia sud della città - Quando si mettono in mezzo i genitori e si arriva alle mani e spuntano coltelli, le cose cambiano".



Nessun commento

 
Privacy Policy
Cell. 393 7880 195
Questa WebRadio trasmette solo musica sotto Licenza Creative Commons.
Torna ai contenuti | Torna al menu