Privacy Policy

Le News di oggi 05/02/2018 - - Radio Saiuz

Loading ...
Radio Saiuz TV
Loading ...
Ricerca
Radio Saiuz Classic
    Radio Saiuz
Sono le
di
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le News di oggi 05/02/2018

Pubblicato da saiuz in News · 5/2/2018 06:45:00
- Elezioni 2018, Di Maio fa la lista di condannati, imputati e indagati dal Pd a Forza Italia: “Via gli impresentabili”.
Sul Blog delle Stelle il candidato premier del M5s ha elencato 23 nomi di candidati le cui vicende sono state raccontate in queste settimane dal Fatto.it, insieme a quelle di molti altri esponenti della classe politica che il 4 marzo si presenteranno al giudizio degli elettori senza i requisiti di "candore" richiesti dalla loro condizione di "candidati": da Luigi Cesaro a Luciano D'Alfonso, da De Luca junior a Umberto Bossi.

- Liste, Renzi: “Gli indagati non sono impresentabili, o per voi è dramma”. Di Maio: “Hai scelto di difenderli, ritirali”.
Il candidato M5s dopo il caso Dessì lancia la sfida con un post: "Ecco il modulo, pulite le vostre liste". L'ex premier ribatte su facebook: "L'indagato non è impresentabile, o per voi sarebbe un dramma". E rilancia sul candidato su cui i 5 Stelle hanno dovuto fare retromarcia. Controreplica: "Il suo partito ha preso migliaia di euro da Buzzi di Mafia capitale che infatti ha partecipato a una cena di finanziamento del Pd".

- Migranti, Berlusconi: “Bomba sociale, in 600mila non hanno diritto di restare”.
L’immigrazione "è una questione urgentissima", ha detto il leader di Forza Italia al Tg5, elencando numeri diversi da quelli snocciolati il 14 gennaio quando, intervistato da Barbara D'Urso a Domenica Live, aveva parlato di "476mila immigrati che per mangiare devono delinquere".

- Sondaggi, Ixè: il Pd ha perso 5% in 3 mesi e mezzo. Lo scenario è l’ingovernabilità.
E' la fotografia scattata da Ixè per Huffington Post sulle intenzioni di voto degli italiani in vista delle politiche del 4 marzo. Tra i leader Paolo Gentiloni rimane in testa alle preferenze degli italiani con il 34%, davanti a Emma Bonino (30%) e a Luigi di Maio (29%).

- Macerata, Luca Traini è in carcere in isolamento per strage aggravata dal razzismo. A casa aveva il Mein Kampf.
Mentre stava andando a Macerata si è fermato in un Autogrill e, dopo aver ordinato un caffè, ha detto alla barista: "Ciao, vado a Macerata a fare una strage". Nella casa dove viveva i carabinieri hanno trovato una bandiera con la croce celtica e altre pubblicazioni riconducibili all'estrema destra. Per gli inquirenti, avrebbe maturato l’intenzione di compiere la strage subito dopo l'assassinio di Pamela Mastropietro.

Bookmark and Share

Nessun commento

 
Privacy Policy
Cell. 393 7880 195
Questa WebRadio trasmette solo musica sotto Licenza Creative Commons.
Torna ai contenuti | Torna al menu