Le News - Radio Saiuz Network

Chiacchiere
Vai ai contenuti

SOPRAVVIVERE AGLI ANNI ‘20

Radio Saiuz Network
Pubblicato da saiuz in Comunicati stampa · 2 Agosto 2020

COMUNICATO STAMPA

Spettacolo teatrale
SOPRAVVIVERE AGLI ANNI ‘20
Piazza Matteotti – Caorle (VE)

08 agosto 2020 ore 21.00

Organizzato da Comune di Caorle e Biblioteca Civica di Caorle in collaborazione con Luisa Trevisi – Idee che danno spettacolo all’interno del Festival “I luoghi e le parole 2020”, va in scena lo spettacolo teatrale con musica dal vivo SOPRAVVIVERE AGLI ANNI ’20 della compagnia Barbamoccolo.

Una metafora del nostro tempo in cui i nemici non sono armati di pistola ma altrettanto pericolosi, e in cui la musica può essere ancora oggi una via di evasione e di leggerezza

Info e prenotazione:Biblioteca Civica di Caorle 0421/219255, biblioteca@comune.caorle.ve.it

Produzione: Barbamoccolo scs

Regia: Alberto Barutti

Drammaturgia: Irene Silvestri

Musiche originali C. Colombo, A.Barutti

Con Alberto Barutti, Irene Silvestri, Filippo Tantino, Carlo Colombo, Marco Ferrari

Gli anni ‘20 erano quelli di Al Capone, delle sparatorie tra bande di gangster e dei fumosi club dove spesso, come nel film, qualcuno moriva a ritmo di claquette. Ma erano anche gli anni dell'old jazz, delle donne con il caschetto e i cappellini a cloche, dei primi abiti corti, con la vita bassa e la gonna plissettata, delle grosse Ford dalle quali scendevano le ingioiellate signore che si recavano a ballare il charleston.

All’interno di un caratteristico Coton’s club, a serrande abbassate, si svolge questa paradossale e divertente vicenda caratterizzata dalle musiche originali composte per l’occasione da Carlo Colombo e Alberto Barutti, dal sottile umorismo di Filippo Tantino, dalle freddure noir di Merk Ferrari e dalla brillante verve di Irene Silvestri.

Dopo l’arresto del loro boss, la ragazza del capo e tre membri della banda sono a pianificare il colpo che permetta loro di pagare la cauzione del recluso e di fuggire oltreconfine con il malloppo.

Il provvidenziale arrivo di un aspirante aiuto cuoco fornirà loro la possibilità di avere una pedina da sacrificare per la salvezza di tutti… ma si sa, il lavoro del gangster richiede tecnica e pratica, e quello di chef pure: la perfetta ricetta per un equivoco con i fiocchi!



Note di regia:

Uno spettacolo così è un'occasione per divertirsi e riscoprire tutta quella semplicità nel gioco, nel divertimento e nella buona musica.

L'idea di questo spettacolo in realtà è stato quello di combinare tutte le arti delle maestranze che fanno parte del cast: abbiamo attori che cantano e musicisti che recitano.... un po' tutto quello che serve per trovarsi continuamente fuori luogo. Penso che la cosa divertente nel vedere un attore in scena sia riscoprire in quell'attore il disagio che abbiamo noi nel non trovarsi mai nel posto giusto al momento giusto.

La componente musicale è la metà più uno di tutto lo spettacolo; tutti i pezzi sono originali e la chiave musicale è un’interpretazione degli anni Venti inequivocabile. L'iconografia è così chiara che diventa una via d'accesso immediata nello spettacolo



La Cooperativa Barbamoccolo, accoglie al suo interno persone provenienti da percorsi artistici eterogenei, sfociati in quella figura completa, umana e carismatica che è il clown.

Entriamo nel campo dello spettacolo e dell’intrattenimento con lo scopo principale di divertirci e di riscoprire quel divertimento semplice, coinvolgente e flessibile a seconda dei bisogni e delle esigenze riscontrate.

Ci rivolgiamo ad un pubblico di famiglie sia italiane che internazionali attraverso quella lingua internazionale fatta di mimo, musica, poesia e paradossi, lasciando ad ognuno la libertà di essere coinvolto a seconda della propria sensibilità.

La nostra realtà ci vede presenti dal 2006, sia con animazioni e spettacoli nelle piazze, nei teatri, nelle scuole, nei campeggi e nei centri commerciali, lavorando per aziende sia pubbliche che private; sia con attività di formazione nelle scuole sia pubbliche che private di vari gradi.

Cerchiamo di soddisfare totalmente le esigenze dei nostri clienti curando autonomamente sia la parte animativa che la parte scenografica e tecnica grazie anche al nostro laboratorio artigianale e al nostro articolato parco tecnico. La nostra quotidianità è portare il mestiere dell’attore e del performer sia in spazi convenzionali che laddove sembri meno indicato, regalando al pubblico un’occasione di “Bellezza”.

Dal 2016 siamo soci accredidati da CircoSfera e AltroCirco, due realtà che coinvolgono

le scuole di Circo e di Circo Sociale del territorio nazionale.

Dal 2019 siamo soci di ANAP, Associazione Nazionale Arti Performative.

IRENE SILVESTRI

2008 Diplomata al L.A.S. (Liceo Artistico Statale) di Venezia, indirizzo Beni Culturali Rilievo e Catalogazione con voto 80/100.

2013 Laurea Triennale in Arti Visive e dello Spettacolo con voto 104/110 presso l'università I.U.A.V. di Venezia facoltà di Design e Arti.

Conseguita con specializzazione in teatro teorico e pratico con: Karina Arutyunyan, Leo Muscato e Gigi Dall'Aglio.

2016 Attestato di qualifica professionale di Attore di IV livello UE, rilasciato dalla regione Veneto. Ottenuto presso l'Accademia Teatrale Veneta, dove ha studiato: recitazione, tecniche di movimento. tecniche vocali. Dizione, clown, canto, recitazione commedia dell'arte. danza.

Esperienze teatrali e di insegnamento di tecniche teatrali con compagnia teatrale Pantakin, l’associazione culturale Tema Cultura, l’associazione culturale CalceViva, l’associazione culturale Febo Teatro

Il curriculum completo verrà fornito su richiesta.


ALBERTO BARUTTI

Nasce a Mirano nel giugno 1983.

Dopo gli studi obbligatori inizia il suo iter artistico presso l’Istituto Statale D’Arte di Padova, per conseguire poi la laurea in scultura all’Accademia di Belle Arti di Venezia (110 e lode).

Parallelamente al percorso di studio artistico figurativo, lavora nel laboratorio di tornitura artigianale del legno con il padre, frequenta la bottega di intagliatore di Nereo Baldasso e collabora con Renzo Sindoca alla costruzione di maschere per la commedia dell’arte.

Fin da piccolo si approccia allo studio della musica studiando solfeggio e clarinetto con Delfina Donà e partecipando per 11 anni alle esibizioni della Banda Cittadina G.Verdi di Noale diretta dal maestro Massimo Grespan. Si appassiona inoltre all’arte di strada, cominciando a praticare piazze e marciapiedi da autodidatta con giocoleria, musica, magia, acrobatica, fuoco e comicità, collaborando con compagnie come Teatro dei Pazzi e Hocus Pocus e partecipando a manifestazioni e festival come La Luna Nel Pozzo (Caorle)

Da qui nasce il suo alter ego, il personaggio di “Mastro Pulce”.

Oltre a calcare piccoli palchi a fianco di occasionali maestri come Sergio Bustric , incontra nel 2002 Manuela Polacco e diventa Dottor-clown prestando servizio nei reparti degli ospedali con l’associazione “Il Piccolo Principe.”

Con lei inizierà a condividere la responsabilità dell’associazione e la formazione dei Volontari, grazie anche all’incontro diretto con Patch Adams.

Dal proficuo sodalizio con Manuela Polacco nasce nel 2006 la Cooperativa Barbamoccolo che si occupa di eventi, animazioni e spettacoli, della quale è presidente e legale rappresentante.

Dal 2008 segue nell’organizzazione artistica e nella gestione tecnica eventi promossi da Comuni (Venezia, Scorzè, Montegrotto Terme...) da vari enti (CSV, Ascom, Confesercenti) e da grosse realtà commerciali (Centri Commerciali, Outlet, Parchi a tema)

Frequenta stage, corsi e seminari sulla figura del clown, sul mimo e sulla magia, con David Larible, Maurizio Accattato, Carles Castillio , Enrico Caruso, Patch Adams, Carlo Rossi, Maurizio Cecchini, Valerio Buongiorno.

Dopo anni di collaborazione per la formazione e laboratori di circo-teatro, con Istituti Scolastici e formazioni ad Associazioni e Privati, nel 2014 è fondatore della Scuola di Circo Barbamoccolo, nella quale riveste il ruolo di insegnante di giocoleria e acrobalance fino al 2019, elaborando il proprio metodo didattico sulla base di Dave Finningam e dell’esperienza pregressa in fatto di corsi e formazioni.

Sviluppa e costruisce scenografie e macchine sceniche per eventi ed esibizioni proprie e per gli spettacoli di teatro danza “Jungle” di Emanuela Zaro e di magia “Pascal Magique” di Emanuele Pascal e “Abat Jour” di Giacomo Roja, per lo spettacolo “Blame the moon” della Compagnia Pantakin al Carnevale di Venezia 2019.

Nel 2018 si esibisce a fianco della compagnia Pantakin sul palco di Piazza san Marco in occasione del Carnevale di Venezia per tutta la durata della manifestazione, con lo spettacolo “Caravan Circus”, e la conseguente realizzazione di scenografie e macchine sceniche per la prosecuzione del format, intrecciando la propria regia con quella di Emanuele Pasqualini.

L’esperienza attoriale l’ha portato anche alla scrittura e alla regia di alcuni spettacoli come “Stelle di Segatura” (2010), “Love Crash Test”(2012), Chi è di scena (2014), The Bebidens (2016),“Borgo Bolle” (2017), Caravan Circus (2018), Sopravvivere agli anni ‘20 (2020). Nel 2020 debutterà nello spettacolo Pian Pianino per la regia di Benoit Roland.

CARLO COLOMBO

Musicista autore e pianista trevigiano, classe 1970, si avvicina al pianoforte all'età di quattordici anni iniziando lo studio della musica classica.

Verso la fine degli anni 80 inizia con delle formazioni rock come tastierista e fonda nel 1989 l'H.S.H. band, formazione di rock sperimentale con la quale vince il primo premio al festival del video indipendente di Monza, sez. Videoclip, con il brano "Televideo".

Per un anno è stato pianista del duo di cabaret "Caffè Sconcerto" che lo ha portato in giro per l’Italia in svariati spettacoli. Parallelamente al rock sperimentale e al cabaret, Colombo continua lo studio del pianoforte e si avvicina al jazz grazie ad una borsa di studio vinta nel 1992 che lo porta ad una full-immersion di quattro mesi studiando con musicisti jazz di livello mondiale quali Harold Danko, Mark Egan, Vic Juris, Maurizio Caldura, Ares Tavolazzi, Bruno Cesselli ed altri.

Alla fine dei 90 inizia la carriera di autore, pubblica cinque cd e vince nel 2003 la "Gondola d’argento" a Venezia con il brano "L’intellettuale ad agosto".

Oggi oltre al progetto swing italiano d’autore, collabora come pianista e compositore in diverse formazioni che spaziano dallo swing alla musica elettronica, pop ed altro.

Dal 2013 al 2015 è direttore ed arrangiatore della "Portobuffolè Swing Orchestra".

Con il marchio "Officine Golob" produce nel suo studio colonne sonore e sonorizzazioni.

Il suo catalogo musiche è presente in numerosi portali di sonorizzazioni: Pond5, Getty Images Music, Crucialmusic, Intervox, ecc.

Nel 2015 entra nel team compositori della "Pong Ping", libreria finlandese di musiche interattive per videogiochi.

Nello stesso anno compone le musiche e sound design per il gioco per visore oculus Vrasteroid prodotto dalla Spinvector Spa, per la stessa azienda cura il sound design per l'installazione "Torre San Mauro" a San Mauro Forte-MT.

Dal 2016 entra a far parte del team sviluppo videogiochi"Bat Meeting" come creativo, compositore e sound designer.

Nel 2018 due canzoni tratte dall'album "Vai" sono inserite nella colonna sonora di due film americani: "Pizza siciliana" nel film "The Honor list" di Elissa Down e "Din don dan" nel film "Book club" di Bill Holderman con Diane Keaton e Jane Fonda.

FILIPPO TANTINO

Contrabbassista e bassista. Ha iniziato a studiare con il maestro Luigi Rossi e ha in seguito frequentato i seminari di musica jazz tenuti in Italia dalla “Manhattan School of Music” entrando successivamente nello staff organizzativo per una lunga collaborazione in qualità di assistente degli insegnanti di contrabbasso (Harvie Swartz, Cameron Brown, Cecil McBee e Andy McKee).

Completati gli studi giuridici presso l’università di Bologna, ha conseguito presso il Conservatorio di Adria il diploma accademico di secondo livello in alta formazione artistica, con specializzazione in musica Jazz.

Per molti anni si è dedicato all’insegnamento.

Compare in molti dischi dei più vari generi musicali, collabora dal vivo ed in studio con musicisti jazz, big band, compagnie teatrali, cori gospel, cantautori, gruppi rock.

MERK FERRARI

Approfondisce gli studi con diversi insegnanti tra cui Massimo Loi, Marco "Nano" Orsi, Max Pieri, Maxx Zaccheroni, Alfredo Golino, Lele Melotti.

Adora i generi rock, pop, funk ma nel tempo le esperienze lavorative lo portano a spaziare e a concentrarsi anche su altri generi.

Le esperienze lavorative sono tante... dalle prime cover band " I Frisoni, Libido con tributo al rock italiano e tributo a Ligabue, Rovina Divina, I 60 con cui collabora con diversi artisti, Succo di Frusta, Gianna Rock (Tributo Gianna Nannini), Ora Zero (tributo Renato Zero)".

Passando per le Orchestre Spettacolo "Roberto Polisano, Franco Bastelli,  Orchestra Italiana Bagutti, Pietro Galassi e tanti altri".

Alle collaborazioni con artisti "Gianni Pettenati, Elisabetta Viviani, Donatello, Mario Tessuto, Dario Baldam Bembo, Lorenzo Pilat, Giampieretti, Wess, Mal, Federica Infante, Andrea Spillo, Dejanira Giannarelli (The Voice), I Jalisse, Fiordaliso"

Attualmente collabora come turnista con diverse realtà. E' docente alla scuola "Pipapo Music", a Piazzola sul Brenta.

LUISA TREVISI

Sono un Artist Manager e un’organizzatrice di eventi

Mi occupo della visibilità dei “miei” artisti, curando le strategie di promozione dei prodotti artistici, ovvero organizzando letture, concerti e spettacoli, pianificando la pubblicizzazione soprattutto tramite i social network e promuovendo l’artista nei confronti degli interlocutori interessati

Intrattengo infatti i rapporti e rappresento l’artista nei confronti delle organizzazioni che operano nel settore della distribuzione artistica, quali operatori della pubblica amministrazione, organizzatori di Festival ed eventi, direttori artistici di rassegne ecc…

Rappresentando e occupandomi trasversalmente delle carriere degli artisti, sono una figura che gode della loro fiducia e che sa guadagnarsi quella dei potenziali clienti grazie alla qualità che contraddistingue la mia offerta artistica.

Organizzo anche eventi e, nel farlo, sono in grado di mantenere e coordinare reti di relazioni complesse e organizzare una comunicazione efficace e mirata in funzione di un’idea o di un’iniziativa specifica.

Al mio attivo più di 350 eventi organizzati, in scuole, sale consiliari, case di riposo, biblioteche, piazze, teatri, navi e spiagge tropicali.


Luisa Trevisi


www.saiuzmedia.it - saiuzradio@gmail.com - Tel. 393 7880 195
Torna ai contenuti