Privacy Policy

Le News di oggi 06/11/2017 - - Radio Saiuz

Loading ...
Radio Saiuz TV
Loading ...
Ricerca
Radio Saiuz Classic
    Radio Saiuz
Sono le
di
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le News di oggi 06/11/2017

Pubblicato da saiuz in News · 6/11/2017 06:53:00
- Elezioni Sicilia, exit poll La7: “Musumeci 36,5/39,5%, Cancelleri 34/37%. Micari 16/20%, Fava 6/9%”.
Simile la rilevazione dell’Istituto Piepoli e Noto per la Rai. Anche lì il candidato di centrodestra risulta in testa con una forchetta tra il 36 e il 40%, a seguire il pentastellato col 33-37%. Staccato l'aspirante governatore appoggiato dal Pd e da Ap, dato sempre tra il 16 e il 20%, con il bersaniano tra il 7 e l’11%. I dati delle liste segnalano un flop del Pd (9/13%) con il M5s primo partito al 30/34%. Salvini: "Governo sfiduciato. Elezioni subito". Guerini: "Sconfitta annunciata".

- Elezioni Ostia, crollo dell’affluenza: 36,15%. Nel 2016 fu del 56,11%. Anche il maltempo ha complicato il voto.
Strade chiuse, alcuni quartieri isolati e allagamenti in zone sparse nel giorno in cui il X municipio della Capitale rinnova il suo ministindaco. I Vigili urbani sono stati costretti a chiudere parti di strade importanti. E in una sezione è saltata la luce: operazioni di voto al buio.

- Usa, sparatoria in una chiesa in Texas. Media locali: “Si temono almeno 27 morti. Ucciso l’assalitore”.
Stando ad autorità locali sono 27 i morti nella sparatoria in una chiesa a Sutherland Spring, in Texas, 24 i feriti. Lo riferisce la Cnn. L'uomo avrebbe aperto il fuoco durante la messa. L'Fbi si trova sul luogo della sparatoria, mentre alcuni elicotteri stanno sorvolando la zona.

- Catalogna, Puigdemont e 4 ex ministri si consegnano alla polizia belga: giudice istruttore decide per il rilascio.
Fonti della magistratura, citate dalla stampa belga, davano nelle scorse ore per certo l'intervento delle forze dell'ordine. La Corte ha tempo fino a domattina per decidere sull'arresto del leader catalano, ma una decisione - scrivono i media belgi - potrebbe arrivare già tra le 20 e le 22 di domenica.

- Intercettazioni, la trappola per i cronisti: carcere fino a 3 anni per chi pubblica conversazioni che finiscono nell’archivio.
Il Guardasigilli aveva assicurato che il provvedimento non intaccava la libertà di stampa, ma così come rivela la Repubblica sarà applicabile la norma che prevede il carcere per la rivelazione del segreto d'ufficio. Sindacato e ordine: "Pesanti ripercussioni sul diritto di cronaca e sul diritto dei cittadini ad essere informati".

Bookmark and Share

Nessun commento

 
Privacy Policy
Cell. 393 7880 195
Questa WebRadio trasmette solo musica sotto Licenza Creative Commons.
Torna ai contenuti | Torna al menu