Privacy Policy

Esce per i Quaderni d’Arte del Bardo la collana de I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno il nuovo libro di Donato Di Poce dal titolo - - Radio Saiuz

Loading ...
Radio Saiuz TV
Loading ...
Ricerca
Radio Saiuz Classic
    Radio Saiuz
Sono le
di
Vai ai contenuti

Menu principale:

Esce per i Quaderni d’Arte del Bardo la collana de I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno il nuovo libro di Donato Di Poce dal titolo

Pubblicato da saiuz in Comunicato Stampa · 9/8/2019 16:11:00
COMUNICATO STAMPA

Esce per i Quaderni d’Arte del Bardo la collana de I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno il nuovo libro di Donato Di Poce dal titolo

ARTAUD: il poeta e il suo doppio

Antonin Artaud è un Autore complesso e a tratti contraddittorio che negli anni ha trovato lapidatori ed esegeti che lo hanno condannato frettolosamente al ruolo del poeta maledetto e folle e al canone della crudeltà, ignorando il suo immenso bisogno d’amore e d’empatia. Artaud opponeva alle vicissitudini infelici della sua vita una sorta di libido pre-linguistica e aurorale, una libido sapienziale e metafisica, al martirio del corpo, accompagna una decomposizione verbale e un dissanguamento segnico, opponeva l’ecolalia cosmica, alla libido affabulatoria e deviante del linguaggio dell’IO. Illustrazioni di Lorenzo Menguzzato e Emanuele Gregolin. Interventi critici di Nicola Vacca e Alessandro Vergari

“La parabola poetica di Artaud, si sposta gradualmente dal dramma metafisico alla lacerazione soggettiva, alla visione inconscia, magica e surreale, non disdegnando il monologo estetico e l’invettiva onirico- critica. Ma non bisogna mai dimenticare, nel suo caso che c’è un Artaud Ante e uno post Elettroschock. La fame di vita e di rinascita, non lascia mai il nostro autore, da quella metafisica dei suoi inizi culturali a quella post bellica. Artaud stesso accenna a una rinascita post-mortem (post COMA), post stupro, egli si sente uomo-cavia (Cristo sul Golgota). Un’altra traccia poetica che si riscontra nei suoi versi è una poetica da ectoplasma (espulsione di parole, suoni, visioni incontrollate del corpo, preludio a una poetica del corpo di parole e altri nuclei tematici e linguistici fondanti). Colpisce il feticismo linguistico di Artaud, la sua parola ferita, polisemica e l’idioma pre-linguistico che avverte la vertigine del vuoto e diventa taumaturgica e corporale ai limiti del feticismo linguistico e demiurgico, sempre a difesa della vita e della poesia come linfa vitale. Se nel suo ultimo lavoro (Album Antonin Artaud, Il ponte del Sale), Pasquale Di Palmo ha bel evidenziato il recupero della creatività, la furia iconoclasta e la catabasi del nostro autore, ma non bisogna dimenticare a mio avviso due capolavori poetici di Artaud quali il suo libro testamento poetico “Van Gogh il suicidato della società” e i suoi Cahiers (matrici e testimoni di una scrittura verbo-visiva e TOTALE). Personalmente individuo in Artaud le seguenti poetiche:

Scrittura Automatica visionaria-alchemica
Invettiva metalinguistica di rivolta antigrammaticale
Animismo escrementale
PoesiaTOTALE e pittogrammatica
Anarchismo polisemico creattivo e rigeneratore
Ecolalia primordiale e battesimale

E potremmo proseguire, ma fermiamoci qui che c’è né abbastanza per poeti, linguisti e studiosi per anni a venire, senza dimenticare di accennare al corpo polisemico in abluzione incantatoria e magica, e al plurilinguismo idiomatico ferito. Come si vede ne risulta un Autore complesso (…)”. (Donato Di Poce)


Donato Di Poce, ama definirsi un ex poeta che gioca a scacchi per spaventare i critici. (Nato a Sora - FR - nel 1958, residente dal 1982 a Milano). Poeta, Critico d’Arte, Scrittore di Poesismi, Fotografo. Artista poliedrico, innovativo ed ironico, dotato di grande umanità, e CreAttività. Ha al suo attivo 23 libri pubblicati (tradotti anche in inglese, arabo, rumeno e spagnolo) , 20 ebook pubblicati su Amazon e 40 libri d’arte Pulcinoelefante. Tra le numerose pubblicazioni di Poesie ricordiamo: LA POESIA DILATA I CONFINI Omaggio a Tomaso Kemeny, , I Quaderni del Bardo Edizioni, di Stefano Donno, Sannicola (LE), 2018. LAMPI DI VERITA’, I Quaderni del Bardo Edizioni, di Stefano Donno, Sannicola(LE), 2017. UT PICTURA POESIS, Dot.com Press, Milano, 2017. VITA, Poemetto, Il Sottobosco, Bologna, 2017. LABIRINTO D’AMORE, Lietocollelibri, Como, 2013. LA ZATTERA DELLE PAROLE” Campanotto Editore, Udine, 2005 e nel 2006 è stato ristampato e tradotto con testo inglese a fronte, con traduzioni di Daniela Caldaroni e Donaldo Speranza, sempre per la Campanotto Editore, Udine. L’ORIGINE DU MONDE, Lietocollelibri , 2004. Poemetto Erotico. VINCOLO TESTUALE, Lietocollelibri, Como, 1998 “opera prima” in versi che era in realtà un’accuratissima scelta antologica, con testi critici di Roberto Roversi, e Gianni D’Elia.

Ha pubblicato diversi libri di Aforismi tra cui: Opposti Pensieri, I Frutti dell’Albero Edizioni, Milano, 1999; Negativo/ Positivo, Il mestiere delle Arti, Vimodrone(Mi) 1999; Aforismi Satanici, Lietocollelibri, Como, 2000; Taccuino Zen,I Frutti dell’Albero Edizioni, Milano, 2003; Nuvole d’Inchiostro, Lietocollelibri, Como, 2009; Poesismi, Onirica Edizioni, Milano, 2012; Scintille di CreAttività, CFR Edizioni, Sondrio, 2012; Lampi di leggerezza, Acquaviva Edizioni, Acquaviva delle Fonti, 2017, Suture, Corbu Edizioni, Lissone, 2018; Poesismi Cosmoteandrici, I Quaderni del Bardo (Lecce), 2018.

Da molti anni si occupa di Critica d’Arte e cura mostre personali e collettive. Tra le ultime ricordiamo:

50 taccuini d’artista, Casa degli Stampatori, Soncino (CR), 2003.La scultura lingua viva, Collettiva di 19 scultori contemporanei, Milano, 2004. Vedere l’invisibile, Collettiva a tema di 10 incisori, Milano, 2005. Plex Rea, Sora, Museo della Media, Valle del Liri (Sora- FR-), 2010. My Moticos/Ray for a peace network di Anna Boschi, Museo della Carale, Ivrea, 2011. EroticaMENTE, Margutta51 Art Gallery, Roma, 2011. Cati Briganti - Particelle Dubitative; Carpineto Romano. Agosto 2011. TACCUINI D’ARTISTA: I Percorsi nascosti della CreAttività, Mostra collettiva di 116 artisti e 130 taccuini d’artista, AxA Palladino Company, Campobasso, 2013. Icone Pop di Mauro Rea, Milano, 2015. Ha pubblicato i seguenti libri di Critica d’Arte: Rompete le righe, Campanotto Editore, Udine, 2016. La Stanza di Arles, CFR Edizioni, Sondrio, 2014. De Sculptura, CFR Edizioni, Sondrio, 2013; Guardare non è vedere, CFR Edizioni, Sondrio, 2012; L’Avanguardia dopo l’Avanguardia, anche. CFR Edizioni, Sondrio, 2012; Il Taccuino di Stendhal, Campanotto Editore, Udine, 2008.

Dal 1998 è teorico, promotore e collezionista di Taccuini d’Artista. Ha realizzato L’Archivio Internazionale di TACCUINI D’ARTISTA e Poetry Box di Donato Di Poce, progetto espositivo itinerante. (Vedi sito internet: www.taccuinidartista.it)

Nel 2018 è stato il curatore della sezione di Poesia visiva e sonora della V Biennale di Osnago ”La Voce del Corpo”. Dal 2018 è Direttore e Curatore della collana “I Quaderni d’Arte del Bardo”, per le piattaforme on line Kindle eAmazon insieme al suo editore Stefano Donno.


Nel 2019 è stato invitato con il suo Archivio Internazionale Taccuini d’Artista e Poetry Box alla 5^ Biennale di Napoli del Libro d’Artista, curando la mostra “Poetry Box”.

Siti Internet:

www.donatodipoce.net
www.taccuinidartista.it
www.creactivitybranding.it
E mail: donato.dipoce@libero.it


Info

iQdB edizioni di Stefano Donno (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)
Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)
Mail - iquadernidelbardoed@libero.it

Bookmark and Share

Nessun commento

 
Privacy Policy
Cell. 393 7880 195
Questa WebRadio trasmette solo musica sotto Licenza Creative Commons.
Torna ai contenuti | Torna al menu