CS PICCOLI SEGNI:"LA FORZA DELL’UTOPIA,,IN CAMMINO CON PIERLUIGI DI PIAZZA" dal 29 settembre al 2 ottobre 2022

Chiacchiere
Loading ...

Loading ...
Vai ai contenuti

CS PICCOLI SEGNI:"LA FORZA DELL’UTOPIA,,IN CAMMINO CON PIERLUIGI DI PIAZZA" dal 29 settembre al 2 ottobre 2022

Radio Saiuz Network
Pubblicato da saiuz in Comunicati stampa · 27 Settembre 2022
COMUNICATO STAMPA
DI PRESENTAZIONE
DELL’ANNUALE CONVEGNO DI SETTEMBRE
DEL CENTRO BALDUCCI DI ZUGLIANO (UD)
PICCOLI SEGNI:
LA FORZA DELL’UTOPIA
IN CAMMINO CON PIERLUIGI DI PIAZZA
dal 29 settembre al 2 ottobre 2022


COMUNICATO SINTETICO
Sarà dedicato a don Pierluigi Di Piazza, il fondatore del Centro Balducci prematuramente scomparso  il 15 maggio scorso, la 30aedizione del tradizionale Convegno di settembre, che quest’anno  comincerà il 29 settembre per concludersi il 2 ottobre, pur prevedendo alcune appendici, una  particolarmente rivolta al mondo giovanile e coorganizzato con Libera nel mese di novembre.
L’intendimento del Convegno non è soltanto quello di celebrare l’impegno e l’operato di colui che  tanti chiamavano semplicemente Pierluigi, ma ha anche lo scopo di aiutare a rendere più avvicinabile,  comprensibile e gestibile la sua immensa eredità spirituale basata su due pilastri, ai quali il nuovo  direttivo vuol dar continuità: la pratica della solidarietà e dell’accoglienza, e la promozione e  diffusione della cultura, non intese però come entità separate o separabili, ma come un’unica realtà  strettamente intrecciata, per non rendere episodico l’impegno per il prossimo e farlo profonda traccia  di un cammino lungo, capace di trasformare con “piccoli segni” le utopie in realtà.
Anche quest’anno sono molti gli amici più che relatori, che condivideranno il loro autorevole pensiero  su tante tematiche che toccano la vita di questa umanità, a partire dalla serata d’esordio, il 29  settembre, che vedrà al Teatro Giovanni da Udine il nuovo presidente della Cei, il card. Matteo Maria  Zuppi (il programma completo è consultabile online su www.centrobalducci.org).
Il Convegno si concluderà la mattina di domenica 2 ottobre con l’iniziativa promossa dal “Comitato  3 ottobre” regionale della camminata dal Castello di San Servolo in Slovenia a San Dorligo della  Valle in provincia di Trieste, sui passi della Rotta balcanica, evento al quale Pierluigi aveva già  assicurato la sua presenza per onorare la Giornata della Memoria e dell’Accoglienza, istituita in virtù  della Legge 45/2016 al fine di ricordare e commemorare tutte le vittime dell’immigrazione e  promuovere iniziative di sensibilizzazione e solidarietà (il Centro Balducci organizza i pullman da  Zugliano, da prenotare sul sito internet del Centro o dalla relativa pagina Facebook).  
PER INFORMAZIONI:
GIANPAOLO CARBONETTO
Cell. 329 3781867
e-mail gianpaolo@carbonetto.it

Segue in sintesi il Programma dettagliato
IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO
La sera di giovedì 29 settembre il convegno comincerà, come accadeva una volta, nella grande sala  del Teatro Giovanni da Udine, capace di ospitare le tantissime persone che hanno seguito don  Pierluigi e le sue iniziative e che vogliono testimoniare affetto e riconoscenza per la sua opera.
Per illustrare meglio il panorama del suo impegno si è pensato di dare il nome di alcuni dei suoi libri  ai vari segmenti temporali del programma. La serata inaugurale è intitolata “Nel cuore dell’umanità” e, con la conduzione di Marinella Chirico, vedrà sul palco del Teatro il nuovo presidente della Cei,  card. Matteo Maria Zuppi, e due vecchi amici di Pierluigi, il teologo Vito Mancuso e il magistrato  Roberto Scarpinato.
Nel pomeriggio di venerdì 30 settembre, al Centro Balducci, ne “Il mio nemico è l’indifferenza”,  coordinate da Paolo Mosanghini, ci saranno diverse testimonianze su come Pierluigi non soltanto non  rifiutasse i confronti più difficili e spinosi, ma, anzi, volesse sollecitarli con la convinzione che  soltanto con il confronto e la comprensione si possono fare passi in avanti davvero concreti.  Parleranno Maurizio Pallante, Furio Honsell, Mario Novello, don Marcello Cozzi e Ugo Morelli.
In serata, invece, in “Compagni di strada”, introdotti da Fabiana Martini, a parlare saranno alcuni  di coloro che lo hanno accompagnato nella lunga e difficile strada che ha portato il Centro a diventare  quella realtà grande, funzionante e complessa di oggi: Vito Di Piazza, suor Marina Kuruvilla, Gianna  Del Fabbro, don Mario Vatta, Gian Paolo Gri, Angelo Vianello e Paola Colombo.
Nella mattinata di sabato 1° ottobre, con “Non girarti dall’altra parte”, con la guida di Luciana  Borsatti, sarà il turno di coloro che approfondiranno il tema dell’accoglienza e della lotta  all’ingigantirsi delle diseguaglianze sociali: Duccio Facchini, Valerio Cataldi, Luciano Scalettari,  Antonio Silvio Calò, Gianfranco Schiavone e Mariam Rawi, responsabile dell’organizzazione  afghana Rawa.
Nel pomeriggio, in “Fuori dal tempio”, con la conduzione di Anna Piuzzi, dopo gli interventi di  Marco D’Agostini, autore di un documentario su don Di Piazza, e di Giuseppe Giulietti, presidente  della Federazione Nazionale della Stampa, due teologhe affronteranno i temi più specificatamente  spirituali ai quali Pierluigi ha dedicato incessantemente il suo pensiero legato indissolubilmente al  Vangelo: la monaca benedettina Teresa Forcades e Shahrzad Houshmand Zadeh.
Il Convegno si concluderà la mattina di domenica 2 ottobre con la camminata dal Castello di San  Servolo in Slovenia a San Dorligo della Valle in provincia di Trieste, sui passi della Rotta balcanica,  evento – promosso dal “Comitato 3 ottobre” regionale – al quale Pierluigi aveva già assicurato la sua  presenza per onorare la Giornata della Memoria e dell’Accoglienza, istituita in virtù della Legge  45/2016 al fine di ricordare e commemorare tutte le vittime dell’immigrazione e promuovere  iniziative di sensibilizzazione e solidarietà (il Centro Balducci organizza i pullman da Zugliano, da  prenotare sul sito internet del Centro).  
Tra le appendici, sempre al Centro Balducci, la serata di martedì 4 ottobre, con Massimo Cacciari,  altro grande amico di Pierluigi, e sabato 19 novembre, il giorno prima del suo compleanno, una  giornata co-organizzata con Libera Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie, dedicata agli  studenti della regione ai quali il fondatore del Centro Balducci ha sempre rivolto particolare  attenzione e affetto. All’evento daranno la loro testimonianza Silvia Stener, nipote dell’agente di  scorta Walter Eddie Cosina morto nella strage di via D’Amelio a Palermo (1992) e Margherita Asta,  unica sopravvissuta della strage di Pizzolungo (1985).


www.saiuzmedia.it - saiuzradio@gmail.com - Tel. 393 7880 195
Powered by Flussonic
Torna ai contenuti